Val San Nicolò - Sella Palacia

(2259mt.)

Inizio del sentiero 641 Verso la Forcella dal Pieif Sguardo indietro: Val dei Monzoni Sguardo a ovest: il Catinaccio Sas dal Pieif Alberi nel prato Verso la Sella Palacia Val San Nicolò (parte alta) Rifugio e cime Il rifugio e le cime Valle Ombert Massi Macchie di neve Rifugio S. Nicolò Pendio Prati Roda di Vael Cime nel cielo Prato Spessori Ritorno

Salita dalla Valle dei Monzoni fino alla Forcella dal Pieif e la Sella Palacia. Discesa nella Val San Nicolò e passeggiata fino all'inizio del sentiero per il rifugio S. Nicolò.

Da Pozza di Fassa sono andato in Val San Nicolo fino alla Malga Crocefisso (1500 mt.). Da qui ho iniziato il cammino, salendo per il sentiero 603 fino a incontrare la deviazione a sinistra per il 641 e la Val San Nicolò. Salendo si ha una bella vista sul Catinaccio, oltre che sulla Valle appena lasciata.

Raggiunta la Forcella dal Pieif (2184 mt.) ho proseguito passando nei prati sopra il Lagusèl per raggiungere la Sella Palacia (2259 mt.), tra il Monte Pecol e il Sas da Pecol. Qui mi sono fermato. La vista sulla Val San Nicolò è bellissima, con il rifugio, il Col Ombert e le cime della Marmolada. Mi sono fermato più di un'ora, prima di scendere.

Sceso in valle dal sentiero boschivo (sempre 641) sono risalito per il 608 fino in cima alla valle, da dove partono diversi sentieri per le cime e per il Rifugio S. Nicolò (2338 mt.). Qui ho fatto pausa alla malga e dato uno sguardo al torrente che scende dalle rocce.

Ritornando sullo stesso sentiero 608 sono poi sceso fino al mio punto di partenza, la Malga Crocefisso, facendo prima una breve tappa alla Baita Ciampiè. Purtroppo la discesa non è molto piacevole perché la strada è stata asfaltata per un lungo tratto e molte auto raggiungono il parcheggio più alto.

durata: scarse 5 ore (solo cammino)

Le mie cartine:
Tabacco 06 - Val di Fassa e Dolomiti Fassane (1:25.000)
Kompass 619 - Val di Fassa / Marmolada / Moena (1:25.000)

26 luglio 2010

Link informativi

tomyt v.5 Privacy

torna a inizio pagina